Antidepressivi

SSRI

Ovvero:  inibitori selettivi della ricaptazione della serotonina

Fluoxeren, Seroxat, Zoloft, Maveral, Seropram
Elopram, Cipralex, Entact, Fluoxerene
Dumirox, Daparox, Eutimil, Sereupin, Paxil

Le sei principali molecole appartenenti alla categoria dei farmaci SSRI sono:

* fluoxetina
* sertralina
* citalopram
* escitalopram
* fluvoxamina
* paroxetina

 

Sono stati introdotti intorno alla metà degli anni '80; salutati come alternativa reale agli antidepressivi triciclici. Non possono essere assunti da persone che risultino affette da ulcera gastrica duodenale; molta attenzione nell'uso è consigliata a chi soffre di gastriti ricorrenti.

In concomitanza con la sospensione dell'assunzione di un SSRI, per cessazione della terapia o passaggio ad altro farmaco, sono stati riscontrati nei pazienti, diversi sintomi quali vertigini, astenia, ma anche sintomi che simulano un peggioramento della malattia trattata, quali ansia e agitazione. Tali sintomi sono di norma lievi e autolimitanti.

Va in ogni caso sottolineato che sono numerosi gli effetti collaterali ascrivibili all'azione di questo tipo di farmaci, fra i quali quelli maggiormente frequenti sono: perdita dell'appetito (in alcuni casi ciò induce a utilizzare questi farmaci nella terapia di alcuni disturbi alimentari), nausea, insonnia, tremori, disturbi della sessualità (ad esempio l'eiaculazione ritardata nell'uomo e l'anorgasmia nella donna).

Si definisce PSSD , ovvero in inglese Post-SSRI sexual dysfunction (disfunzione sessuale post-SSRI) un insieme di disfunzioni sessuali che, secondo recenti ricerche, sarebbero causate dall'assunzione di antidepressivi del tipo SSRI, ovvero inibitori della ricaptazione della serotonina. Questo disturbo, che rientra nel più ampio insieme della sindrome da sospensione degli SSRI, può perdurare nel tempo, anche per mesi, anni, o per sempre dopo l'interruzione dell'assunzione del farmaco.

Questi sono alcuni dei principali sintomi di questo disturbo; tali sintomi possono persistere, o iniziare, dopo la sospensione del farmaco SSRI.


* Diminuzione o assenza di libido;
* impotenza o ridotta lubrificazione vaginale;
* difficoltà ad eccitarsi o mancanza di erezione;
* Eccitazione persistente pur in assenza di stimoli;
* orgasmo ritardato o assente(anorgasmia);
* anedonia o mancanza di piacere pur sussistendo l'orgasmo;
* difficoltà nell'iniziare e mantenere l'erezione;
* eiaculazione precoce o molto ritardata con scarsa emissione di sperma;
* ridotta sensibilità degli organi sessuali, ovvero sensazione di anestesia;
* riduzione della viscosità e del volume dello sperma;
* priapismo

 

Commenti   

0 #2 Marcello 2011-08-06 16:41
Senza allarmarsi ma come minimo glielo farei presente Umbero. Così valutate insieme la situazione e il da farsi. Se risulterà che questi effetti sono dovuti a questo farmaco puo essre il caso di rivedere la terapia.
Citazione
0 #1 umbero 2011-08-04 12:49
assumo daparox ( con controllo medico) da circa 7 mesi...all'inizio assumevo 20 gocce al giorno ma ora sn arrivato a prendere 30 gocce al di ed ho incominciato ad avverire meno ansia e depressione ma in concomitanza c'e' quasi assenza di libido....e ritardo ed avvolte assenza di eiaculazione....il daparox lo prendo con somministrzione di xanax( 20 gg al mattino,15 gg al pomerigio,20 gg la sera)....cosa devo fare?...devo chiamare subito il mio dottore ?
Citazione

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna