Antidepressivi

Gli inibitori delle monoammineossidasi (IMAO)

Gli IMAO sono considerati farmaci antidepressivi ormai obsoleti, sia perché la loro efficacia non si è mai dimostrata superiore a quella dei triciclici più conosciuti, sia perché la loro maneggevolezza e tollerabilità è decisamente inferiore a quella di altri farmaci antidepressivi. Questi farmaci, un tempo largamente utilizzati nel trattamento della depressione, agiscono con un meccanismo diverso da quello dei Triciclici e degli altri antidepressivi.

E' ad alto rischio di tossicità l'interazione tra questi farmaci e alimenti e bevande con elevate quantità di tiramina, ad esempio:

•    formaggi stagionati
•    pesci salati
•    carni conservate (cibi in scatola)
•    vino (chianti)
•    fagioli
•    salumi
•    cioccolato
•    birra
•    banane
•    fave
•    fichi

Questi farmaci possono causare crisi ipertensive con emorragia cerebrale anche fatale, preceduta da forti mal di testa, vomito, dolore toracico.
Tali crisi possono anche essere provocate da un'interazione di questi farmaci con sostanze utilizzate nella preparazione di spray nasali decongestionanti, come l'Efedrina, la Norefedrina e la Fenileffina.
L'interazione con barbiturici e antistaminici, anestetici e alcool può causare agitazione, convulsioni e coma.

Effetti indesiderati

•    eccitamento
•    insonnia
•    tremori
•    sintomi allucinatori
•    ipotensione
•    sudorazione ridotta
•    ritardo dell'eiaculazione
•    difficoltà a urinare
•    tossicità a carico del fegato
•    reazioni dermatologiche
•    aumento di peso

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna