Cause psichiche

Tentativo di auto-guarigione

Oltre mezzo secolo fa a Küsnacht, Svizzera, lo psichiatra Carl Gustav Jung notò che la salute psicologica è un processo dinamico, un processo di sviluppo personale verso una maggiore maturità e consapevolezza spirituale. Questo processo - che ha definito individuazione - è alimentata da un flusso continuo di intuizioni simboliche trasmessa dal Sé al conscio Ego, in una varietà di modi, tra cui i sogni, l'intuizione, e i lampi di intuizione. Se questo flusso di comunicazione interna si bloccasse per un qualsiasi motivo, ci si può trovare sempre più frustrati, per la semplice ragione che abbiamo perso il contatto con il sistema interno di guida del proprio Sé più profondo.

Secondo Jung, se tale blocco persiste nel tempo, si diventa alienati - nel senso che uno può non essere più in grado di utilizzare le notevoli risorse del proprio innato buon senso per adattarsi in modo efficace al proprio ambiente sociale.
L'alienazione, ovviamente, avviene anche a livello collettivo all'interno della società nella famiglia, e la civiltà, nel qual caso il contesto può avere problemi che includono non solo il sociale, ma anche l'ambiente ecologico. Sia esso individuale o collettivo.
Un blocco cronico del processo di comunicazione interiore della psiche può condurre da uno mero senso di noia, fino a compromettere la capacità di essere responsabile per la propria salute e la sopravvivenza.

Ciò che veramente ha preso di sorpresa i colleghi di Jung, però, era la sua dichiarazione che il cosiddetto fenomeno di rottura psicotico acuto non è di fatto alcuna malattia, ma piuttosto un naturale (e temporaneo!) processo di guarigione - che si attiva automaticamente in risposta al blocco di fondo che ho appena descritto.

Jung sosteneva che l'insorgenza spontanea dello stato visionario di coscienza è un modo di auto-organizzazione della natura per la psiche alienata a rinnovarsi. A suo parere, quando l'ego viene tagliato fuori dal resto della psiche ad un punto di sofferenza reale, il Sé "viene in soccorso" attraverso un prepotente temporaneo, ma completo extra-potenziale ricettivo della personalità cosciente: vivida risalita di voci allucinatorie e visioni dai livelli più profondi dell'inconscio.

In altri termini, viviamo nel sogno, per questo ha un potenziale attrattivo enorme. (ndt).

L'Io cosciente, si sfascia e torna di nuovo insieme, rinnovato.

Se si comprende la natura essenziale di affermazione della vita nelle visioni che si verificano durante questa metamorfosi, si apprezza la loro rilevanza simbolica per i problemi a portata di mano, ed si integra il loro significato più profondo, il risultato è una guarigione della condizione alienata che prevaleva prima dell'inizio della cosiddetta malattia stessa - e una rinascita della personalità più rinvigorita e integrata.

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna