La terapia

FAQ: studi sui farmaci

Sulla base di quali studi vengono prescritti questi farmaci? Solo sulla base di quelli condotti dalle case farmaceutiche che poi li producono e li vendono? In tal caso non esiste un conflitto di interessi?

 

IOPENSOPOSITIVO: Purtroppo si gli unici studi sono quelli delle  case Farmaceutiche, in evidente conflitto d'interesse, infatti dal dopo guerra le malattie psichiatriche sono passate da solo 13 progressivamente a 147 facendoci rientrare anche obesità, dipendenza da alcool, gioco d'azzardo, dal sesso,  ecc. facendone sparire delle altre tipo l'omosessualità
Creando nuovi termini per nuove malattie e sindromi, anoressia obesità, il famoso disturbo dell'attenzione ADHD per il quale, in USA e fra un po' anche da noi, danno farmaci ai bambini, è assurdo e vigliacco, e come chiedere all'oste se il vino è buono.

 MABIEM :Prima di poter semplicisticamente ed erroneamente dire che "gli unici studi sono quelli delle case Farmaceutiche..." suggerirei una documentazione e magari potrebbe essere utile la lettura del libro "“Alla ricerca del farmaco perduto” in cui Carlo Tomino, direttore Ricerca e sperimentazione , oltre che coordinatore dell’Area Pre-registrazione dell’Aifa, propone una full-immersion nel complesso universo del farmaco, dalle sue origini ai confini, ancora tutti da scoprire, della ricerca del presente e del futuro prossimo.

Commenti   

0 #7 Pietro 2016-05-29 07:27
E se io che sono una persona che il mondo reputa normale...avessi detto al medico della mia compagna che lei non assumeva più i farmaci? L'ho fatto solo perché ho conosciuto una persona che si svegliava alle 7 del mattino e andava a dormire alle 3 ora invece dorme dalle 14 alle 9 del giorno successivo si sveglia solo per fumare.... :oops: mi sento un infame
Citazione
0 #6 Elisabetta 2015-06-03 19:26
La TAC può rivelare qualcosa di anomalo oppure no?
Grazie
Citazione
-1 #5 Angelina 2015-04-01 02:26
Le cure naturali sono efficacissime è come le sostanze farmacologiche possono avere effetti collaterali ( l'iperico, per esempio non va bene per me). Ma il magnesio ( nel dosaggio giusto, ovvero dosi maggiori di quelle commerciali) per me, funziona meglio del lexotan. Io parlo del mio caso ovvio. Credo fermamente nella terapia ortomolecolare e dieta ( intollerante a conservanti e coloranti) seguita da un esperto. Se qualcuno vuole sospendere la terapia farmacologica deve farlo seguito da un medico, sempre. Dopotutto sto Linus Pauling ha vinto due Nobel così, per regalo? A 20 anni avevo provato varie terapie farmacologiche con effetti disastrosi, non sarò' mai "libera" ma dormo, mangio, si a volte son triste, come tutti, mi son Laureata lavorando ( a fatica e lavoro indipendente da internet perché non reggo lo stress) quindi nel mio caso è' stato un trionfo. Anzi aggiungo che durante una crisi mia, dove mi ero graffiata, la mia amica/ psichiatra mi somministro' b3 a 5 grammi e mi son calmatA in poche ore. Ora io non lo so ma nel mio caso guardo i fatti.....con un'alimentazione sana, niente zuccheri e le mie vitamine io sto stabile come non mai...non conosco nessun medico, erborista, farmacista da sponsorizzare, racconto quello che mi è' successo.. E spero vivamente che chi legge prima di ingoiare medicine faccia esami del sangue ( tiroide/ anemia/ aminoacidi/ vitamine), test per allergie, metalli pesanti e eventuali malattie metaboliche...
Citazione
+1 #4 Mabiem 2013-04-19 23:53
Scusa Alon...ma io ho proprio scritto
" Parlare tra sé e sé non è sintomo di stranezza o di pazzia, tutt`altro: chi parla da solo, invece, mostra di avere maggior controllo sulle proprie emozioni, e riesce a essere meno impulsivo e ad assolvere meglio ai compiti che vengono assegnati. Il nostro "grillo parlante" aiuterebbe dunque a essere più tranquilli anche davanti a situazioni inaspettate o difficili"
Come puoi notare dici anche tu quel che ho scritto io, non vedo la tua spiegazione del "ma"
Citazione
-1 #3 Iopensopositivo 2012-04-11 07:52
Cara Mabiem
Non volevo offendere nessuno, non esiste nessuna cura efficacie che non comprenda una partecipazione attiva e cosciente del paziente.
Tra le sostanze naturali ci sono anche le droghe, io non intendo demonizzare ne i farmaci ne gli psichiatri, ogni cosa ha il rovescio della medaglia, bisogna solo avere fiducia nelle proprie capacità e forze e quando abbiamo fatto il massimo dobbiamo pregare ed affidarci a DIO o alla Divinità in cui si crede.
Un abbraccio
Citazione
0 #2 Iopensopositivo 2012-04-11 07:45
Cara Mabiem
Grazie del suggerimento lo inserirò nelle mie prossime letture. Comunque le cure più efficaci sono le più semplici,
l'ho espresso nell'articolo del sito
Un abbraccio :)
Citazione
0 #1 Iopensopositivo 2012-04-11 07:12
Cara Mabiem
Ammetto che le cose stanno migliorando, hanno chiuso da tanto i manicomi, chiuderanno a breve gli OPG, poi anch'io ho conosciuto, una psichiatra che ti praticava dei massaggi shiatsu e dopo un'ora di manipolazione ti diceva grazie. Ma purtroppo la mia esperienza negativa, sarò stato sfortunato, è che nella maggioranza dei casi gli psichiatri di quello che dici e come stai gli interessa il giusto, basta tu prenda la pasticca magica.
Se poi gli dici che sei contrario all'assunzione dei farmaci, per etica e convinzioni personali io mi curo con l'omeopatia, poi in vita mia non mi sono mai drogato e non ho intenzione di cominciare ora; sei nel pieno delirio di onnipotenza non riconoscendo la suprema divina autorità psichiatrica.
Un abbraccio
Citazione

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna